Zanotto Colfòndo

Ecco l’occasione che aspettavo da tempo, assaggiare finalmente un vino colfòndo (colfondo o col fondo) e questa occasione è arrivata dal buon Riccardo Zanotto (aka @zanottocolfondo su twitter) che mi ha contattato e spedito una bottiglia in ufficio.

Ma cos’è un vino colfondo? E’ un vino tipico delle colline Trevigiane, proveniente da uve Glera ed imbottigliato in purezza in primavera in modo da ottenere una rifermentazione in bottiglia. Non c’è sboccatura e quindi i lieviti si depositano sul fondo (capito il perchè del nome?) ed è proprio questo il suo bello.

Ma c’è di più, ci sono ben tre medi diversi di bere un colfondo.

– direttamente dalla bottiglia stando attenti a lasciare i lieviti sul fondo.

– scaraffando la bottiglia e lasciare ossigenare lasciando i lieviti che si depositino sul fondo prima di servire

– scuotendo la bottiglia in modo da avere un vino veramente interessante, con il sapore del lievito che si amalgama a quello del vino.

Io ho scelto la terza opzione ed ho girato un minivideo per mostrarvi come si presenta nel bicchiere

Ha un sapore che non ci si aspetta, sicuramente molta mineralità con un profumo agrumato, molto bevibile e fresco. Ed è un vino assolutamente naturale.

Da provare per chi vuole avvicinarsi al mondo del vino colfondo.

Related Post

Questa voce è stata pubblicata in degustazione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.