Perlage Col di Manza

Un altro splendido prosecco di Perlage è arrivato per la degustazione. Si tratta dell’extra-dry, prosecco superiore di Valdobbiadene millesimato “Col di Manza” del 2009 biodinamico.

Anche in questo caso, Perlage ha tenuto conto dell’immagine proponendo la bottiglia dove il tappo è avvolto da un fazzolettino legato al collo con uno spago che richiama il colore in etichetta. Ma per esperienza so che Perlage non è solo immagine ma anche contenuto.

Ed il contenuto nel mio bicchiere è stato soddisfacente, con un bel colore paglierino ed un (appunto) perlage consistente ed ordinato. Il profumo è floreale ma delicato, mentre in bocca si avverte il tipico gusto di crosta di pane (che a me piace tanto in un prosecco) con una sfumatura di mela. Ed il gusto rimane molto persistente anche dopo la deglutizione.

Ne ho usato anche un mezzo bicchiere per sfumare un risotto allo zafferano (biologico, of course) che ha accompagnato la serata. Risotto ovviamente buonissimo.

Una particolarità di questo Col di Manza è la provenienza da uve biodinamiche certificate Demeter che ha ricevuto menzione anche dalla guida di Gambero Rosso.

In vista delle prossime feste è da tenere assolutamente nella propria cantina.

This entry was posted in degustazione, vino biodinamico and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.