Marracone, Sangiovese 2008


Chi ieri sera ha seguito la degustazione su twitter sa già cosa penso di questo Sangiovese in purezza 2008 della Poderina Toscana, preferito all’annata 2006 solo per un abbinamento con il piatto serale non particolarmente elaborato (una semplice pasta con della pancetta soffritta seguita da del pecorino romano).

Nel bicchiere si presenta con un bel rosso rubino, il profumo è quello tipico del Sangiovese molto “strong” e vinoso, che si mantiene forte ed orgoglioso anche col passare del tempo. Al secondo bicchiere ho sentito un’aroma di castagna, poi leggendo sul retro della bottiglia ho visto che la macerazione dell’uva avviene proprio nei tini di legno di castagno dell’Amiata, che sia correlato?

In bocca la sensazione di robustezza si conferma, con un sentore erbaceo insieme a frutti di bosco. I suoi 13,8 gradi si sentono pienamente ed anche l’acidità è buona, forse un pelino troppa, ma probabilmente andrebbe fatto evolvere bene prima di servirlo.

Se queste sensazioni gagliarde si sono sentite in un Sangiovese 2008, mi aspetto una vera bomba nel 2006 che stapperò con un buon piatto di carne alla griglia la prossima volta. Un bell’ otto e mezzo pienamente meritato.

Durante i tweet ho avuto modo di parlare anche dell’etichetta, che potrebbe rappresentare un abbraccio fra due persone, voi che dite?

This entry was posted in degustazione, vino biologico and tagged , , , . Bookmark the permalink.